Un po’ di storia

L'isola di Rodi ha una storia lunga e gloriosa. In passato era famosa per il Colosso, una delle sette meraviglie del mondo andata distrutta nel 226 a.C..

Secondo la mitologia greca Rodi nasce come federazione di tre città fondate dai nipoti di Elio e dalla moglie di Rodi e diventa subito una potenza marinara che controlla e domina le rotte tra Occidente e Oriente.

Nel V secolo a.C. sorge la nuova città di Rodi, che verrà assediata nel 305 a.C. da Demetrio Poliorcete, il successore di Alessandro Magno. Quando Demetrio si ritira gli abitanti di Rodi, da esperti commercianti, vendono le macchine da guerra lasciate sul campo e con i ricavati ereggono una statua del dio Elio. Il Colosso, una delle sette meraviglie del mondo, crollerà 66 anni dopo a causa di un terremoto devastante.

Nei secoli XI-XII a causa della sua posizione, Rodi fu il baluardo della cristianità contro l’avanzata dell’impero ottomano. Da allora l’isola passa da Bisanzio a Genova, ai Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme a Solimano il Magnifico.

Nel 1912 i turchi la consegnano all’Italia, finché nel 1948, con il trattato di Parigi, l’isola entra a far parte della Grecia.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 2.3 su 7 voti